18 Maggio, 2019
Home / SALUTE / Acufene rimedi: la prevenzione prima di tutto
Acufene rimedi: la prevenzione prima di tutto

Acufene rimedi: la prevenzione prima di tutto

Prevenire una perdita uditiva

“Devo affrontare il fatto che non sentirò più il silenzio un’altra volta” Anne Savage, famosa dj, soffre di acufene da tre anni a causa della continua esposizione alla musica alta.

Oggi sono tanti i personaggi famosi che soffrono di acufene, come Caparezza che non solo ha scritto un intero album dedicato a questo problema, ma ha ammesso pubblicamente di soffrire di acufene.

Molti studiosi sono convinti che tra 20 anni la maggior parte della popolazione soffrirà di acufene. I ragazzi di oggi sono soliti ascoltare la musica a volume molto alto e i locali che frequentano sono continuamente inondati da musica di sottofondo, per non parlare dei concerti che sono quelli che più danneggiano l’apparato uditivo.

I fattori a cui prestare maggiore attenzione sono l’intensità del suono e il tempo d’esposizione per questo motivo gli esperti raccomandano di realizzare un test dell’udito ogni due anni, se in età avanzata ogni anno.

Il test dell’udito non è solo un metodo per accertare una perdita uditiva ma anche un deterrente dell’ipoacusia. Verificare la presenza in tempo di una perdita uditiva aiuta ad affrontarla prima e al meglio.

Come prevenire l’acufene e la perdita uditiva: capire i sintomi dell’acufene

  1. Ridurre l’esposizione a rumori troppo alti

    Più alto è il suono meno tempo dobbiamo trascorrere ad ascoltarlo prima che diventi pericoloso per il nostro udito. Un apparecchio Mp3 a tutto volume anche solo durante 8 minuti può provocare un danno permanente. Durante un concerto puoi danneggiare il tuo udito con solo 66 secondi di musica. Sono tutte cose da tenere sempre a mente. È raccomandabile far risposare le orecchie e prendersi dei momenti di pausa, come togliere le cuffie per qualche minuto o uscire dalla sala del concerto per prendere un po’ d’aria.

  1. Utilizzare tappi per le orecchie

I tappi, oltre ad essere un metodo molto conveniente per ridurre l’impatto della musica alta, sono ormai molto diffusi, soprattutto in America dove già oggi molti impiegati di bar e discoteche li utilizzano.

  1. Allontanati dagli altoparlanti

Quanto più sarai lontano dal rumore, meno potenza avrà il suono quando raggiungerà le tue orecchie. Il volume si riduce secondo la legge inversa del quadrato. In teoria raddoppiano la distanza rispetto all’origine del suono, si riduce il volume di un quarto. Cerca di ridurre l’esposizione diretta al rumore il più possibile.

Se sei preoccupato per il tuo udito vai dallo specialista. Il 90% dei casi di acufene è un sintomo di una perdita dell’udito.

Redazione Paolo

Paolo
Redattore editoriale e traduttore tecnico specializzato, appassionato di tutela dell'ambiente e risparmio energetico.

Ti potrebbe interessare

flessioni

Flessioni e attività fisica: possono preservare da complicanze cardiovascolari

Flessioni e attività fisica moderata secondo un nuovo studio condotto dai ricercatori dell’Harvard T.H. Chan …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.