10 dicembre, 2018
Home / CASA / La pulizia ordinaria del parquet: tutto quello che c’è da sapere

La pulizia ordinaria del parquet: tutto quello che c’è da sapere

Quando ci si appresta a scegliere il parquet per la propria casa o il proprio ufficio, spesso la prima preoccupazione riguarda soprattutto le operazioni di pulizia e manutenzione. Questo dipende più che altro da un luogo comune, secondo cui i pavimenti in legno richiedano attenzioni costanti e continue. In realtà, il legno è un materiale impiegato dall’uomo da centinaia di anni, proprio perché dotato di particolare resistenza e versatilità. Quello che c’è però da sapere è che la pulizia ordinaria del parquet segue delle regole ben precise, che permettono al vostro pavimento di durare nel tempo. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Come pulire il parquet

Come è risaputo, il parquet è un rivestimento che richiede attenzioni specifiche, al fine di mantenere il colore e la fattura originari. Nonostante questo, è chiaro che possa essere lavato come qualunque altro pavimento, ma seguendo accorgimenti ben precisi. Questo dipende anche dal tipo di parquet in offerta che avete comprato.

Anzitutto, sapendo che i pavimenti in legno soffrono particolarmente l’umidità, è ben non utilizzare grandi quantità di acqua per il lavaggio del parquet. Vi suggeriamo allora di utilizzare un panno bagnato e ben strizzato, oppure un mocho, ma sempre facendo attenzione che l’acqua non sia così tanta da penetrare nelle fessure tra un listone e l’altro, il che potrebbe provocare rigonfiamenti o scollamenti del rivestimento. Ma non è tutto. Trattandosi di un pavimento delicato, il parquet è ben sensibile all’utilizzo di sostanze chimiche, che vanno assolutamente evitate. No ad alcool e candeggina, e no a detergenti chimici di qualunque tipo. Il pavimento in legno deve essere pulito aggiungendo all’acqua saponi specifici, che ne aiuteranno il mantenimento nel corso del tempo.

Se vi state chiedendo come pulire il parquet, la risposta è semplice. Anzitutto, eliminate polvere e sporco passando un’aspirapolvere con spazzole per il parquet o utilizzando apposite panni elettrostatico acchiappapolvere. Poi proseguite passando uno straccio, ben strizzato, immerso in una soluzione di acqua e detergenti neutri. Nulla di preoccupante e difficoltoso, come a molti capita di pensare.

Pulizia e manutenzione del parquet: consigli utili

Al di là delle operazione di pulizia con panni e prodotti specifici, ci sono una serie di altri accorgimenti da seguire per avere un parquet che sia sempre luminoso e perfetto nel tempo.

  • È importante arieggiare sempre le stanze in cui si è installato il pavimento in legno. Questo anche al fine di mantenere la temperatura tra i 15° e i 22°C, con un livello di umidità che oscilli tra il 45 ed il 65%. Mantenendo questi valori nei limiti giusti, si eviterà così che il parquet possa subire spaccature o fenditure.
  • Nelle operazioni di pulizie, mai utilizzare macchine a vapore, che finirebbero soltanto col danneggiare il pavimento in legno. Prediligere invece scope con frange o panni morbidi, così da evitare danni o graffi sul legno.

Se volete evitare inestetismi di ogni genere, fareste bene ad utilizzare feltrini sotto le zampe delle sedie, ma anche ad indossare sempre pantofole in casa, così da evitare graffi o danni di qualunque tipo.

Redazione Paolo

Paolo
Redattore editoriale e traduttore tecnico specializzato, appassionato di tutela dell'ambiente e risparmio energetico.

Ti potrebbe interessare

Come scegliere gli infissi in PVC

Come scegliere gli infissi in PVC

Per scegliere gli infissi in PVC è importante, prima di tutto, conoscere le caratteristiche di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.