Home / NEWS / Intervista a Mauro Messina Ceo della Biosalus
Mauro Messina CEO della BIOSALUS

Intervista a Mauro Messina Ceo della Biosalus

Mauro Messina, CEO della BIOSALUS, da 15 anni nel settore della depurazione delle acque prima con la AMD, ora con la BIOSALUS dopo alcune integrazioni societarie di prodotti e servizi.

Un imprenditore che crede nella vera responsabilità d’impresa con i propri collaboratori premiando i migliori e investendo su di essi. Il successo è sempre condiviso così come gli utili a fine anno!

Quando e come nasce la tua azienda?

La mia azienda nasce nel 2009, a Bari, perché ho capito che in un momento in cui la soglia di inquinamento a tutti livelli cresceva nel nostro Paese, come nel mondo intero, era necessario tornare a preoccuparsi della salvaguardia della salute dei cittadini. C’erano già sul mercato molte aziende che si occupavano di depurazione, ma era arrivato il momento di un salto di qualità. Per questa ragione la tecnologia dei nostri impianti è stata da subito qualitativamente molto alta ed ha ricevuto anche le certificazioni che ne attestano la qualità. Non solo. La nostra azienda ha compreso anche che era necessario un sistema di vendita innovativo per poter raggiungere il maggior numero di famiglie alle quali porre il tema della tutela della propria salute. Così, mentre l’organizzazione di vendita della concorrenza era ed è basato su prodotti in vendita da catalogo con una offerta generalizzata, la nostra tiene conto del fatto che ciascuna area in ogni città presenta problematiche soggettive rispetto all’acqua: ogni quartiere è infatti diverso da un altro rispetto alla rete delle tubature, ad esempio, al sistema di raccolta delle acque in ciascun palazzo, alle incrostazioni accumulatesi nei decenni. Quindi, abbiamo scelto di mettere in piedi una serie di piccoli laboratori portatili che consentono di eseguire sul posto test sulla qualità dell’acqua erogata dai rubinetti di ciascun palazzo. Questo ci consente di consigliare il miglior prodotto rispetto alle esigenze dei nostri clienti.

Avete sedi in tutta Italia?

Si, attualmente abbiamo sei sedi operative in tutta Italia, soprattutto nel Centro Sud. Sono programmate le aperture di altre quattro sedi nel 2016, sempre nel Centro Sud, e poi approderemo al Nord raddoppiando i nostri punti vendita nel 2017.

Quanti consulenti ha la sua azienda? E li conosce tutti di persona?

I nostri consulenti sono circa 200 – sono sia giovani al primo impiego che persone più adulte che rientrano nel mondo del lavoro dopo essere state escluse dai cicli produttivi a causa della crisi – operano tutti in camice, guanti e mascherine per garantire una migliore qualità dei test chimici effettuati a domicilio. Li conosco tutti di persona, certo, perché almeno due volte al mese organizzo riunioni in tutte le sedi per motivarli e rispondere ai loro dubbi ma, soprattutto, con tutti i consulenti ho costruito un rapporto diretto ed amichevole attraverso meeting e team building, una pratica importata direttamente dagli Stati Uniti. Una volta al mese, infatti, organizziamo eventi al di fuori del contesto lavorativo per incrementare lo spirito di corpo attraverso giochi di squadra, come ad esempio il rafting o altre prove di abilità collettiva. Inoltre, tre volte l’anno ai nostri migliori consulenti offriamo una vacanza premio nelle località turistiche più gettonate a carico esclusivo dell’azienda e, mi creda, non risparmiamo certo nell’offerta del pacchetto all-inclusive. Le ultime due località visitate quest’anno sono state: la Thailandia a gennaio e Marbella, in Spagna, a giugno.

E’ possibile fare carriera nella sua azienda?

Assolutamente si. Infatti il nostro sistema di lavoro, basato esclusivamente sulla meritocrazia e sull’entusiasmo, prevede avanzamenti di carriera sia nel settore vendite che nei dipartimenti aziendali interni, compresa l’assistenza che offriamo in caso di necessità ai nostri clienti. I migliori hanno poi la possibilità di staccarsi dal nucleo operativo nel quale sono stati addestrati e aprire una propria sede Biosalus in franchising senza la necessità di alcun investimento che resta a carico della casa madre. Una pratica assolutamente innovativa, è appena il caso di sottolinearlo, perché qualsiasi forma di questo genere prevede un investimento iniziale da parte dell’imprenditore.

Ci parli un po’ dei suoi prodotti

I nostri prodotti utilizzano un sistema di depurazione ad osmosi inversa. Un processo naturale che consente di eliminare completamente sostanze idrosolubili inquinanti presenti nell’acqua – come ad esempio nitrati, nitriti, cloro e polialogenati – oltre ai batteri più pericolosi. In ultimo, i nostri impianti consentono di rendere alcalina l’acqua depurata che apporta molti benefici all’intestino, alla circolazione del sangue, e agisce da potente antiossidante. In generale, la nostra offerta comprende almeno una ventina di prodotti differenti a seconda delle tipologie e delle richieste. E la nostra società si occupa anche di grandi impianti per aziende.

Un depuratore non solo consente ad ogni famiglia di risparmiare, ma è anche un importante aiuto per l’ambiente limitando l’uso delle bottiglie di plastica utilizzate per l’acqua minerale imbottigliata. Altri vantaggi?

Sulla questione dell’acqua in bottiglia vorrei aggiungere alcune altre precisazioni. Le bottiglie di plastica sono prodotti derivati dal Polietilene tereftalato, un polimero che secondo alcuni studi è in grado di trasmettere determinati elementi all’acqua e ciò significa che esiste una possibilità che l’acqua in bottiglia che beviamo possa essere alterata a causa di questo materiale. Inoltre l’acqua staziona per lungo tempo al sole prima di essere distribuita nei supermercati. In questo caso oltre alla salute, parliamo anche di risparmio. Pensi che una famiglia media spende dai 30 ai 50 euro al mese per rifornirsi di acqua in bottiglia.

Qual è il tuo prossimo grande progetto

Da settembre, oltre al settore acqua nel quale siamo già affermati, ci occuperemo di migliorare ciò che respiriamo. Vale a dire che la nostra azienda aprirà le porte alla commercializzazione degli ozonizzatori. Si tratta di impianti che combattono l’aggressione dei batteri negli ambienti. La disinfezione e sanificazione mediante l’ozono è oltre duemila volte più efficace di qualunque metodo di sanificazione dell’aria tradizionale. L’ozono elimina completamente l’utilizzo di prodotti chimici per la sanificazione, non lascia tracce chimiche residue e si trasforma in ossigeno puro dopo l’utilizzo e, inoltre, non necessita di alcun materiale di consumo per il suo funzionamento. Polveri sottili, fumo di sigaretta, spray, allergeni sono soltanto alcune delle sostanze nocive che inquinano quotidianamente la nostra casa. Aerare i locali è un’ottima soluzione di sicuro per favorire l’ossigenazione, ma non è sempre sufficiente ad eliminare le sostanze dannose. L’ozono, che è un forte agente ossidante, ha un effetto battericida, funghicida ed è inattivante di virus ed è in grado di eliminare anche acari, muffe oltre a combattere molti batteri come la salmonella, l’escherichia coli e la legionella. La nostra azienda con questa scelta, amplia la sua mission a tutela della salute, garantendo almeno nelle pareti domestiche acqua e aria pure.

Redazione Carmela Piccio

Carmela Piccio
Appassionata di tecnologia, da sempre molto sensibile all'ecologia e al risparmio energetico nell'ambiente domestico.

Ti potrebbe interessare

Notte dei ricercatori: un successo l'edizione 2017

Notte dei ricercatori: un successo l’edizione 2017

Grande successo per l’edizione 2017 della Notte dei Ricercatori. Un appuntamento che riscuote sempre più il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *