18 luglio, 2018
Home / NEWS / 1700 Km in bicicletta a supporto della sostenibilità ambientale
eco si si va

1700 Km in bicicletta a supporto della sostenibilità ambientale

Si chiamano Samuel Perini e Andrea Bandoli. Poco più che ventenni.

Samuel è scalatore e laureato in Biologia mentre Andrea è maestro d’arte. Li accomuna la passione per l’avventura, la bicicletta e la sostenibilità ambientale. Dal 15 maggio intraprenderanno un viaggio ecosostenibile che in un mese li porterà a pedalare 1700 km, da Fano a Siviglia.

Armati di videocamera e fotocamera Samuel ed Andrea intendono promuovere con questo viaggio uno stile di vita ecologico e sostenibile, pedalando di giorno e pernottando nella rete di ecovillaggi presente in Italia e Spagna. Le strutture ricettive in cui pernotteranno saranno comunità
territoriali che prevedono l’adesione volontaria dei partecipanti e la condivisione dei principi di sostenibilità ambientale i cui nuclei abitativi
sono progettati per ridurre al minimo l’impatto ambientale. Generalmente queste strutture fanno uso di energie rinnovabili e godono di
un’ autosufficienza alimentare basata su permacultura o altre forme di agricoltura biologica. Un’avventura che si sposa con la Corporate Social Responsibility del brand Veloce, azienda Italiana leader in Europa nel turismo sostenibile fondata da Jerry de Concilio, il quale ha deciso di supportare in prima persona l’esperienza di viaggio dei giovani marchigiani.

E’ possibile seguire quotidianamente il diario di viaggio dell’avventura ecosostenibile dei due esploratori seguendo la pagina Facebook intitolata ECO SI SI VA ed all’interno del corporate blog Veloce al sito rentalbikeitaly.com.

Redazione Paolo

Paolo
Redattore editoriale e traduttore tecnico specializzato, appassionato di tutela dell'ambiente e risparmio energetico.

Ti potrebbe interessare

Notte dei ricercatori: un successo l'edizione 2017

Notte dei ricercatori: un successo l’edizione 2017

Grande successo per l’edizione 2017 della Notte dei Ricercatori. Un appuntamento che riscuote sempre più il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.