23 settembre, 2018
Home / L'”ora della Terra”: anche in Italia centinaia di monumenti al buio
earth hour 60°, l'Ora della Terra
earth hour 60°, l'Ora della Terra

L'”ora della Terra”: anche in Italia centinaia di monumenti al buio

earth hour 60°, l'Ora della Terra

Sono stati centinaia i monumenti, anche in Italia, che sono rimasti al buio per un’ora aderendo alla 4° edizione dell’Ora della Terra-Earth Hour, l’evento mondiale del Wwf che ha visto milioni di persone unite in un simbolico e chiaro messaggio: risparmiare energia per tagliare le emissioni inquinanti e agire contro i cambiamenti climatici.
Cominciata il 27/03 alle 7,45 italiane nella piccolissima isola Chatham nel Pacifico, l’immensa ‘ola planetaria’ di spegnimenti si concluderà nelle altrettanto piccole isole di Samoa. Da Nord a Sud, in Italia si sono spenti il Castello Sforzesco e il Pirellone a Milano, la Mole Antonelliana a Torino, l’Acquario di Genova, Palazzo Vecchio a Firenze, la Torre di Pisa e tutta la Piazza dei Miracoli, il Castello di Monteriggioni, il Planetario a Roma, Piazza Sant’Oronzo a Lecce, la Torre San Pancrazio a Cagliari, il Palazzo comunale di Palermo, la Valle dei Templi ad Agrigento e moltissimi altri. A Roma Fulco Pratesi e Ricky Tognazzi hanno festeggiato l’Ora della Terra facendo calare il buio su Fontana di Trevi, icona mondiale dell’arte e del cinema. “Da questo luogo così evocativo e carico di storia, auguriamo alla nostra Terra una ‘dolce vità e invitiamo tutti- ha detto Fulco Pratesi, Presidente onorario del Wwf Italia – ad aderire all’Ora della Terra, a spegnere simbolicamente le luci per un’ora in nome del risparmio energetico e della lotta al cambiamento climatico”. “Risparmiare energia e spegnere le luci quando non servono, come ci hanno insegnato i nostri nonni e i nostri padri può accendere una nuova speranza. Un’ora di buio sia il segno di una vera speranza di futuro per il nostro pianeta” ha aggiunto l’attore Ricky Tognazzi.

[continua…]

Fonte: quotidianonet.ilsole24ore.com

Redazione Paolo

Paolo
Redattore editoriale e traduttore tecnico specializzato, appassionato di tutela dell'ambiente e risparmio energetico.

Ti potrebbe interessare

Smartphone ecologici: scopriamo qualcosa in più

Smartphone ecologici: scopriamo qualcosa in più

Se digitale fa rima con ambientale un motivo ci sarà. Scherzi a parte, i più …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.