Home / Il risparmio energetico in 10 mosse

Il risparmio energetico in 10 mosse

10 consigli per risparmiare energia elettrica

Gli apparecchi elettronici, si sa, necessitano di energia per svolgere il loro mestiere; quello che forse ci sfugge è la quantità che ne consumano quando non sono in funzione. Secondo una ricerca condotta qualche anno fa dal Ministero dell’Ambiente inglese, ogni anno vengono consumati 7 miliardi di kWh di energia solo per alimentare lucine colorate di milioni di apparecchi in stand-by.

Questo enorme spreco di energia, oltre a svuotare silenziosamente le nostre tasche, immette nell’aria circa 800 mila tonnellate annue di anidride carbonica.

  1. Il telefono “Cordless”: senza dubbio comodo, ma essendo dotato di batteria è in assoluto il modello meno economico ed ecologico, poichè l’alimentazione è costantemente collegata alla presa di corrente.
  2. Il telefono cellulare porta spesso allo stesso genere di sprechi: lasciare il caricabatterie “appeso” alla presa è pratica piuttosto comune. Di fatto però continua a “succhiare” energia di cui non abbiamo realmente bisogno.
  3. La tv, con il suo minuscolo puntino luminoso al quale siamo così abituati da non farci caso, è senza dubbio lo spreco più comune. Alzarsi in piena notte per raggiungere il pulsante del dispositivo è forse chiedere troppo, ma ricordarsene magari prima di partire per le vacanze è doveroso.
  4. Il lettore dvd: non c’è motivo che resti acceso quando non è in funzione, tanto per far compagnia alla lucetta rossa del televisore: un’idea intelligente è collegarli entrambi a una presa multipla da spegnere con un semplice click, magari posizionata vicino al letto!
  5. Il microonde [continua…]

Fonte: GreenMe.it

Redazione Paolo

Paolo
Redattore editoriale e traduttore tecnico specializzato, appassionato di tutela dell'ambiente e risparmio energetico.

Ti potrebbe interessare

Led: una scelta per l'ambiente

Led: una scelta per l’ambiente

La ricerca energetica negli ultimi decenni si è sempre più orientata verso soluzioni smart ed …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *