15 ottobre, 2018
Home / L’«e-gas» rende più pulite le auto dei quattro anelli

L’«e-gas» rende più pulite le auto dei quattro anelli

La soluzione di Audi per abbattere le emissioni di CO2 si chiama «balanced mobility», mobilità bilanciata. È un progetto del quale fanno parte il nuovo concept A3 Tcng e l’Audi e-gas project, una proposta innovativa per un costruttore di automobili che vede la casa dei quattro anelli impegnata nell’inedito ruolo di produttore di energia rinnovabile e di carburanti, per creare un vero “bilanciamento” sulle emissioni di CO2 prodotte durante l’intero ciclo di vita dei veicoli, dalla costruzione delle automobili fino al loro uso quotidiano. Il progetto oltre al esplorare tutte le possibili alternative applicabili ai diversi sistemi di trazione (auto bi-fuel, elettriche o a idrogeno), si spinge oltre, fino alla produzione di gas metano “sintetico” (e-gas), ottenuto combinando l’idrogeno ricavato per elettrolisi, sfruttando l’energia elettrica in eccesso prodotta dall’eolico nel Mare del Nord, con il biossido di carbonio emesso da alcuni processi industriali.
Con questo gas, che chimicamente è uguale al metano più puro, è possibile alimentare motori a combustione concepiti a questo scopo, e l’Audi è già pronta. A partire dal 2013 il marchio dei “quattro anelli” produrrà in serie auto bi-fuel a metano con la denominazione Tcng (turbo metano), frutto dell’evoluzione dell’attuale modello A3 ma anche del modello A4.
Il prototipo sul quale stanno lavorando Ingolstadt ha le forme nella nota A3, equipaggiata però con un propulsore a benzina 1.4 Tfsi da 81 kW (110 cv) appositamente elaborato per essere alimentato con il nuovo carburante e-gas. L’e-gas viene da un laboratorio pilota, che troverà il suo sviluppo affianco al sito di produzione di biogas a Werlte, per sfruttare la pipeline del metano già esistente e la posa della prima pietra è prevista dal primo luglio. Audi ha organizzato un’intera filiera che impiega fonti energetiche rinnovabili. Con un investimento iniziale di 60 milioni di euro ha acquistato quattro turbine eoliche in un parco off-shore in costruzione nel Mare del Nord.
Nella prima fase del progetto l’energia elettrica ricavata dalle turbine eoliche e il metano prodotto dall’impianto basteranno per 2.500 automobili, hanno calcolato in Audi. Con una parte della corrente elettrica di derivazione eolica si possono produrre 1.000 A1 e-tron (elettriche ad autonomia estesa) e alimentarle per 10.000 km all’anno. Inoltre con l’e-gas prodotto (da fonti rinnovabili), 1.500 Audi A3 Tcng riescono a percorrere ciascuna 15mila km all’anno, lasciando ben 150 tonnellate di e-gas in avanzo per essere immesse nella rete pubblica del metano. Gas che all’occorrenza può essere di nuovo ritrasformato in energia elettrica. Tirando le somme il vantaggio per la rete elettrica si aggiunge alla possibilità di percorrere oltre 30 milioni di chilometri senza pesare sulla bilancia della CO2 e quindi senza ripercussioni sul clima.

Redazione Paolo

Paolo
Redattore editoriale e traduttore tecnico specializzato, appassionato di tutela dell'ambiente e risparmio energetico.

Ti potrebbe interessare

Smartphone ecologici: scopriamo qualcosa in più

Smartphone ecologici: scopriamo qualcosa in più

Se digitale fa rima con ambientale un motivo ci sarà. Scherzi a parte, i più …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.