17 luglio, 2018
Home / Google investe nell’energia eolica

Google investe nell’energia eolica

L’ azienda proprietaria Google e di altri servizi di successo quali Youtube o Gmail, ha sempre mostrato di aderire ad una posizione “verde”, rispettosa dell’ambiente e tesa allo sviluppo delle fonti di energia rinnovabili (si vedano in merito i seguenti articoli: la nuova sede di Google completamente ecosostenibile e Apple, la meno ecologica tra le aziende tech).

Ieri ha annunciato un progetto di finanziamento per un nuovo parco eolico che sorgerà in California, nel deserto del Mojave (fig.2), a circa 150 chilometri a nord-est di Los Angeles; si tratta, secondo le parole di Rick Needham, direttore delle operazioni “verdi” di Google, di un’area certamente conosciuta per il sole battente ma nella quale il vento “soffia forte” in tutte le stagioni.

Con questo investimento, pari a 55 milioni di dollari, Google raggiunge quota 400 milioni di dollari complessivamente investiti in progetti di energia pulita! In particolare, insieme a CityBank e ad altri istituti bancari, il gruppo di Mountain View sta contribuendo a finanziare The Alta Wind Energy Center (AWEC), l’immenso parco eolico la cui costruzione è cominciata nel 2010 presso il Tehachapi pass, il passo montano che congiunge il deserto del Mojave con la valle di San Joaquin.

Stiamo parlando di un progetto grandioso, che prevede l’installazione di 320 generatori eolici per una produzione complessiva pari a 800-1100 MW, in grado di soddisfare la domanda di 450.000 abitazioni; nel dettaglio gli investitori pagheranno la società Terra-Gen Power per la costruzione dell’opera e le affideranno in locazione la gestione operativa della stessa, mentre l’energia pulita così prodotta verrà venduta poi alla Southern California Edison per la distribuzione.

Redazione Paolo

Paolo
Redattore editoriale e traduttore tecnico specializzato, appassionato di tutela dell'ambiente e risparmio energetico.

Ti potrebbe interessare

Smartphone ecologici: scopriamo qualcosa in più

Smartphone ecologici: scopriamo qualcosa in più

Se digitale fa rima con ambientale un motivo ci sarà. Scherzi a parte, i più …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.