19 settembre, 2018
Home / ENERGIA: COLDIRETTI TORINO, STOP A FOTOVOLTAICO IN AREE FERTILI

ENERGIA: COLDIRETTI TORINO, STOP A FOTOVOLTAICO IN AREE FERTILI

pannelli fotovoltaici

Stop al fotovoltaico nelle aree fertili. Coldiretti Torino ”segnala il rischio speculazioni sul fotovoltaico e invita gli amministratori comunali, provinciali e regionali a riflettere sull’impatto ambientale dei grandi impianti fotovoltaici che sottraggono terreno agricolo al settore primario e che non possono coesistere con le attivita’ agricole”. Riccardo Chiabrando, presidente di Coldiretti Torino, spiega: ”I coltivatori chiedono a Provincia e Regione di riempire il vuoto normativo che causa un uso improprio del terreno fertile. Anche in provincia si sta diffondendo il fenomeno dell’affitto di terreni agricoli per realizzarvi grandi impianti fotovoltaici che finiscono per danneggiare l’esercizio dell’attivita’ agricola e lo sviluppo sostenibile del territorio”.

”Coldiretti si e’ sempre battuta per la salvaguardia dei terreni fertili fortemente minacciati dall’espansione urbanistica, dalle infrastrutture, dal continuo proliferare di nuove aree industriali – aggiunge Chiabrando -.
Oggi nuove minacce ai terreni fertili arrivano dagli impianti fotovoltaici di grandi dimensioni. Coldiretti ritiene corretto l’utilizzo di queste tecnologie, se localizzate sui tetti di stalle e di capannoni agricoli, ma e’ contraria al proliferare indiscriminato di progetti di impianti e parchi fotovoltaici che rischiano di minare irrimediabilmente l’integrita’ del paesaggio agricolo. [continua…]

Fonte: asca.it

Redazione Paolo

Paolo
Redattore editoriale e traduttore tecnico specializzato, appassionato di tutela dell'ambiente e risparmio energetico.

Ti potrebbe interessare

Smartphone ecologici: scopriamo qualcosa in più

Smartphone ecologici: scopriamo qualcosa in più

Se digitale fa rima con ambientale un motivo ci sarà. Scherzi a parte, i più …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.