18 settembre, 2018
Home / Fotovoltaico: Cuneo aderisce a My Future di Vodafone
Pannelli fotovoltaico per le scuole
Pannelli fotovoltaico per le scuole

Fotovoltaico: Cuneo aderisce a My Future di Vodafone

Pannelli fotovoltaici per le scuole

La provincia di Cuneo raccoglie la sfida lanciata da Vodafone, in collaborazione con Legambiente, Enel ed Enel.Si. Il progetto si chiama “My Future” e consiste nell’installazione, a costo zero, di un impianto fotovoltaico sul tetto di una scuola competente la provincia di Cuneo.
Gianna Gancia
e il vice presidente Giuseppe Rossetto commentano così il piano: “Si intende in questo modo evidenziare la finalità didattica ed etica dell’iniziativa e la positiva ricaduta sulla comunità in termini di risparmio energetico ed educazione ambientale. L’adesione della Provincia fa inoltre leva sul possibile fenomeno di emulazione da parte di famiglie ed enti, per una maggiore diffusione delle energie alternative“.

Oltre all’adesione per il bene dell’ambiente, la Provincia piemontese ha preso un’importante decisione: i proventi ricavati dall’incentivazione per il fotovoltaico, come previsto dal Conto Energia, verranno donati alla scuola interessata al progetto. Questi bonus verranno impiegati per la realizzazione di un percorso volto all’educazione ambientale: gestione dell’energia, energie rinnovabili, risparmio energetico e rifiuti elettronici. Al termine, verrà definito un progetto di risparmio energetico ed abbattimento delle emissioni di anidride carbonica, elaborato dagli studenti ed esperti di Enel, Legambiente e Vodafone.

Redazione Paolo

Paolo
Redattore editoriale e traduttore tecnico specializzato, appassionato di tutela dell'ambiente e risparmio energetico.

Ti potrebbe interessare

Smartphone ecologici: scopriamo qualcosa in più

Smartphone ecologici: scopriamo qualcosa in più

Se digitale fa rima con ambientale un motivo ci sarà. Scherzi a parte, i più …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.